PancakeSwap è uno scambio decentralizzato costruito sopra la Binance Smart Chain, un’alternativa rapida ed economica a Ethereum. La BSC è gestita da Binance, il proprietario del più grande scambio di criptovalute del mondo.

Di recente, la sfuggente PancakeSwap di Binance Smart Chain è diventata piuttosto popolare tra gli investitori DeFi, raggiungendo un livello in cui compete contro le opzioni DEX tradizionali come Uniswap e SushiSwap. PancakeSwap ha giustamente guadagnato la sua fama e se sì, come?

Lo scambio PancakeSwap

PancakeSwap utilizza un modello di market maker automatico (AMM). Ciò significa che mentre puoi scambiare asset digitali sulla piattaforma, non c’è un libro degli ordini dove sei abbinato a qualcun altro. Invece, si negozia contro un pool di liquidità. Questi pool sono pieni di fondi di altri utenti. Essi li depositano nel pool, ricevendo in cambio i token del fornitore di liquidità (o LP). Possono usare quei token per recuperare la loro quota, più una parte delle commissioni di trading.

Quindi, in breve, è possibile scambiare token BEP-20, o aggiungere liquidità e guadagnare ricompense. Ci sono anche altre caratteristiche che copriremo più avanti.

Per creare tali pool di liquidità, PancakeSwap offre una pletora di opportunità di DeFi farming per i fornitori di liquidità. La presa di liquidità ha finora funzionato come un fascino – ben oltre 1 miliardo di dollari in valore totale bloccato (TVL) è migrato a PancakeSwap da quando ha aperto le sue porte.

Tuttavia, a differenza di Uniswap, PancakeSwap premia coloro che puntano il suo token BEP-20 nativo chiamato CAKE. Quando si punta CAKE, si ottiene SYRUP con un rapporto di 1:1. Tenere SYRUP dà diritto al 25% delle emissioni di CAKE distribuite proporzionalmente ai possessori.